I più migliorissimi assai di WUINMX!

I più migliorissimi assai di WUINMX!

5/11/2007 - Dedicato ad un grande uomo

" A Liuba, nel ricordo di una serata "rivelatrice"
Max
3 dic.99 (dedica vergata sul frontespizio di "affetti speciali")

Otto anni fa incontrai per la prima volta Massimo Luciano Consoli, intellettuale, scrittore e padre fondatore del movimento gay italiano,
è stato da sempre impegnato nella battaglia per i diritti civili delle persone e delle coppie omosessuali.
Scrittore, giornalista di caratura mondiale, persona di eccezionale elevatura morale e, per me, anarchica, un caro compagno:
Massimo era anarchico persino per gli anarchici cosi come spiega nel suo libro  biografico "Affetti speciali" a pag.81:
"Un giorno capitai in un'edicola di Trastevere, che esponeva tutte le pubblicazioni extraparlamentari.
Io me le leggevo appese li fuori, fin quando, un bel pomeriggio primaverile, non scoprii L'INTERNAZIONALE, quindicinale anarchico diretto da Luciano Farinelli che ,
in prima pagina, m'aveva scippato (forse durante un sogno) la pienezza del mio pensiero e lo andava pubblicando a puntate sulle sue pagine.
Rimasi come folgorato, comprai il giornale, lo lessi da capo a piedi, parola per parola, anche l'indirizzo della redazione, la gerenza e tutto il resto, e capii che io ero sempre stato anarchico, senza saperlo, così, naturalmente.
Ma soprattutto capii che la parola ANARCHICO aveva un significato più serio, più pieno,
più positivo di quello che avevo creduto fino ad allora.
Voleva dire essere insofferente a un'autorità che m'imponeva una sua visione della vita, un suo modo di comportarmi, un suo codice morale, una sua dimensione economica.
L'anarchico era colui che riusciva a gestire se stesso accettando i consigli e il buon esempio di tutti, ma rifiutando qualsiasi imposizione, qualsiasi coercizione."

Queste le parole di Massimo.

L'INTERNAZIONALE, il giornale anarchico grazie al quale Massimo scoprì di essere sempre stato anarchico, era redatto in Ancona, città in cui vivo, e a cui ho collaborato dalla fine anni '70 fino al 1994, anno in cui il giornale cessò le pubblicazioni; e Luciano Farinelli è stato per me quasi un maestro, un secondo padre, un amico con cui ho condiviso tuti i momenti più importanti della mia vita.

Conobbi Massimo Consoli, prima tramite le colonne dell'Internazionale, solo successivamente,
in occasione di un convegno contro le diseguaglianze sociali, nel '99, ed in quella occasione mi omaggiò del suo "Affetti  speciali".
La prima cosa che Massimo fece, una volta sul palco degli oratori, fu di dare commossa testimonianza e ricordo della figura di Farinelli, scomparso poco tempo prima, facendomi così travolgere da una valle di lacrime.
Durante la serata Massimo ci parlò del suo "vivere gay", della sua volontà di dedicare la sua vita a combattere le ingiustizie sociali, l'emarginazione, la ghettizzazione, i preconcetti, il razzismo ...l'odio.
Spiegò anche che il suo essere omosessuale l'aveva reso piu sensibile verso il dolore umano:
aveva vissuto sulla sua pelle la derisione e l'emarginazione.
Fu uomo tra gli uomini, fratello, amico di alcuni tra i più importanti e famosi scrittori della nosta epoca: cito Moravia, Pasolini, Dario Bellezza,
E' stato il primo uomo single e omosessuale a poter adottare in via ufficiale un figlio;
figlio che l'ha reso felice regalandogli le più grandi gioie dela sua vita: due splendidi nipotini.

Sono fiera di averti conosciuto, Massimo,  di esserti stata amica, di aver potuto parlare con te,
anche se sono consapevole di averti "pesantenemte rotto le scatole" chiedendoti infiniti consigli sulla gestione dell'archivio "Luciano Farinelli":  ma chi meglio di te, uno tra i piu grandi archvisti mondiali, poteva consigliarmi?
Perdonami se ti ho tediato per lungo tempo con le mie e-mail chiedentoti di tutto;
e perdonami soprattutto per la mia vigliaccheria, sapevo da tempo che eri malato:
tu, tu che per primo al mondo parlasti di AIDS, come della peste del secolo, obbligando quindi medici e scienziati ad uscire allo scoperto; tu che hai visto morire centinaia di amici, fratelli omosessuali, cui hai dedicato la vita; tu sei stato sconfitto da un terribile tumore, che ti ha fiaccato nel corpo ma non nella mente, restando lucido, come ho letto nei vari comunicati, fino alla fine....
Una persona della tua statura morale, non merita la mia vigliaccheria: non ho avuto il coraggio di scriverti, dopo aver saputo, anni fa del tuo male: perdonami se puoi.

Vorrei scrivere molto altro, vorrei farlo, ma la commozione mi sta ottenebrando la mente...

Caro Massimo, non credo che riuscirò ad essere a Roma, almeno fisicamente, per renderti l'ultimo, estremo saluto,
ma in qualche maniera, sarò li con te

Un ultimo abbraccio

E un fiore rosso sulla tua tomba

Ciao Massimo,
Liuba (Freedom per chi legge)
I vostri penZieri (5) :: Invia nu commentu! :: Link

31/07/2007 -

Allora..dunque..ehm ehm..

Insomma, alla fine si parte. Sono contenta, ma mi spiace anche dover lasciare amici reali e non. Ed è per questo che vi scrivo qui, volevo salutarvi in un modo un po' decente. E smettetela con quei pianti, che tanto torno
Eh beh? che dire? Sono senza parole...Mi vengono però in mente tanti momenti: la prima entrata, quando avevo 14 anni, il "primo Antonio", la prima frase di Gianni , le mie conversazioni di "...", i fdp, i veri fasci, le chattate in calabrese e le bestemmie di chi non capiva, le mie lunghe assenze e tutti i casini che mi son persa, le chiusure e i relativi pianti, ICR, le incurZioni di Iovivo con la sua (s)grammatica, le poesie di Rosso, le proposte indecenti di SoleSplendente,il Broggu (brillante idea di quello stronzo di Indy) e le sue iniziative, il regalo di Natale...
E poi le discussioni, gli scherzi, gli sfottò, le risate, i "vafanculu" e i "ti voglio bene"
Gli auguri degli ultimi giorni, i "non partire", i "mi mancherai", i "non me ne fotte un cazzo, vai dove minchia vuoi", i "levati dai coglioni, per carità!"...
Mò magari sto facendo tutto sto casino e tra una settimana mi rivedrete in chat, in diretta da Oslo (o da dove finirò).
Non rattristatevi troppo (seeeeeeeeeeeeeeeeeeeee) eh
e trombate per dimenticare (Gianni no,che è vecchio )

Saluti a tutti, anche ai fitusi che spariscono (ogni riferimento a cose,persone, fatti reali è puramente casuale)

PS: ah! scrivetemi eh..e-mail,commenti sul blog, messaggi in bottiglia, piccioni viaggiatori, "ti amo" sulla sabbia...-.-
I vostri penZieri (0) :: Invia nu commentu! :: Link

30/07/2007 - Flo (BEDDAAAAAAAAAAA)

Un altro pezzo di storia ci lascia......

Ci saluterà con un "arrivederci" ma quasi certamente sarà un "addio".

Sarà impossibile mantenere in vita una chat, che  ormai da tempo ha perso la sua forza propulsiva, senza l'apporto vitale della babbazza di minkia calabra.

Con free sempre + impegnata dal lavoro , dal cane, dai cazzi suoi  ed u mastru stancazzo 1 pò di tutto mi kiedo quanto potrà durare....probabilmente sopravviverà  un paio di giorni alla partenza di Flouzza.

Avrei un casino di cose da scrivere ma è arrivato l'ing. col Cuale avevo appuntamento.

Finisco dicendo ....Flo  ti auguro tutto il bene di stò mondo....spero questa esperienza ti dia molto x il tuo futuro e tanta felicità nel presente e...ti sembrerà na minkiata ma ti vojo tanto bene  e.......vafanculu ! smack

I vostri penZieri (3) :: Invia nu commentu! :: Link

6/07/2007 - Sissi-Myriam 1-0

Ecco i topic del 5 luglio...


I vostri penZieri (4) :: Invia nu commentu! :: Link

2/07/2007 - Ecco cosa abbiamo visto aggiornando le CIATT...



Cos'avranno voluto dire??
I vostri penZieri (10) :: Invia nu commentu! :: Link

<- Ultima pagina :: Prossima pagina ->
segnala un sito pedofilo !!!




ItaGlia Antifascista

l blog dei facciadaculo e dei lecchini che formano inZieme nu bellu pugnettuni d'amici!

Linchi

Pagina inizZiale
Cu simu
Archivio
Fotuzze
Scrivici!
Berluscounter! Silvio Berlusconi?
«  March 2017  »
MonTueWedThuFriSatSun
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Minchia quanti siti!